Il 27 agosto scorso, nella contea di Harney, nel deserto dell’Oregon, la bionda pilota e conduttrice tv Jesse Combs, è morta nel tentativo di raggiungere le 700 miglia orarie su un mezzo a quattro ruote, più di 1000 km all’ora, ed essere ancora la donna piu veloce al mondo in superficie.


L’ufficio investigativo dello Sceriffo della Contea, ha accertato che è stato un cedimento meccanico alla velocità di quasi 900 km all’ora a determinare l’incidente fatale per la non ancora quarantenne pilota, già detentrice del record femminile di 632, 47 km/h nel 2013.
Nel suo ultimo giorno ha stabilito comunque il record di 855,99 km all’ora di media, record postumo conquistato a bordo della sua auto a jet, la North American Eagle Jet Car.


Il suo mezzo, più simile ad un aereo jet da caccia che ad un’automobile, non ha retto alle incredibili sollecitazioni, e la ruota anteriore sinistra si è staccata, mettendo fine alla vita di un volto noto negli Usa e non solo, per la sua conduzione di trasmissioni quali Xtreme 4×4 e Overhaulin o Mythbusters.

In una nazione dove la passione per motori e velocità brucia come il perossido di idrogeno, questi sono rischi che gli amanti del brivido sanno accettare: a chi le dava della pazza a tentare tali imprese, rispondeva  semplicemente dicendo “Grazie”.