Questa Juventus è destinata ad entrare nella storia. Sono addirittura 18 i punti di vantaggio che la separano dall’inseguitrice Napoli, dopo la vittoria a Udine per 4-1 e il pareggio dei partenopei a Reggio Emilia col Sassuolo. Lo scudetto per i ragazzi di Allegri è ormai una certezza e potrebbe già arrivare a sei giornate dalla fine, nel match di Ferrara contro la Spal. Sempre se il Napoli non incorra in altri passi falsi come accaduto in questa giornata.

Mister Allegri manda in campo una squadra molto rimaneggiata in vista dell’importantissimo impegno di Champions contro L’Atletico Madrid, facendo esordire dal primo minuto il giovane Kean come prima punta. Il talento classe 2000 ripaga la fiducia con una doppietta, registrandosi come il più giovane juventino di sempre a segnare due gol in Serie A. Gli altri gol portano la firma di Mautidi e Emre Can.

Il Napoli invece non va oltre l’1 a 1 contro un sorprendente Sassuolo. I ragazzi di Ancellotti non incidono e forse già con la testa alla partita di coppa contro il Salisburgo, giocano un calcio lento e prevedibile. Ad inizio ripresa vanno addirittura in svantaggio. I vivaci neroverdi muovono bene il pallone fra le linee di una disattenta retroguardia azzurra e colpiscono, dopo una bella azione corale, con Berardi. Nel finale ci pensa il solito Insigne a riacciuffare un pareggio insperato che porta però lo svantaggio dalla rivale Juve praticamente incolmabile.

Bene le milanesi che vincono rispettivamente contro Chievo e SPAL. Quinta vittoria di fila per Gattuso grazie ai gol di Biglia e Piatek. Ai clivensi non basta il gol del momentaneo pareggio di Hetemaj.

Tre punti e un po’ di respiro anche per l’Inter che vince per 2 a 0 e può puntare verso il derby di Domenica prossima con un po’ di fiducia in più. Partita complessa, bloccata per più di un’ora sullo 0 a 0. Le reti decisive arrivano nell’ultimo quarto di gara con Politano prima e Gagliardini poi.

Si accende invece la corsa all’Europa League con 5 squadre in appena 8 punti. Attualmente i due posti utili sono occupati dalla Roma che vince, con qualche apprensione di troppo, in casa contro l’Empoli per 2 a 1. Parte bene il Ranieri-bis grazie ai gol di El Shaarawy e Schick che risponde al momentaneo pareggio empolese grazie ad un autogol di Juan Jesus. Al sesto posto invece c’è ora il Torino che vince in trasferta a Frosinone per 2 a 1 grazie al gallo Belotti autore di una doppietta. Chi insegue è ora l’Atalanta che vince lo scontro diretto per l’Europa contro la Sampdoria per 2 a 1. Zapata e Gosens portano 3 punti agli orobici.

Più attardata invece la Lazio che pareggia a Firenze per 1 a 1. gli uomini di Inzaghi, che devono ancora recuperare la partita contro l’Udinese giocano bene, mettendo sotto la Fiorentina per un’ ora, ma non vanno oltre il pareggio. I gol portano la firma dei due bomber più attesi: Immobile e Muriel.

Chiude il tabellino di giornata la vittoria nell’anticipo di venerdì del Parma in casa contro il Genoa per 1 a 0 e del Bologna contro il Cagliari per 2 a 0.