Il futuro è qui: impianti che trasformeranno la medicina.

Futuro

La corsa della tecnologia avanzata non si ferma, e oggi gli scienziati stanno sviluppando dispositivi medici altamente accurati che aiutano a monitorare la salute a trattare i pazienti  in modo più semplice e indolore. Molte novità mediche sono impianti in miniatura in grado di aiutare l’organismo dall’interno.

Microchip.

Il progresso tecnologico ha raggiunto il punto in cui oggi è possibile creare un piccolissimo chip, che viene impiantato nel corpo umano attraverso un ago. Tali dispositivi sono di grande aiuto per monitorare le condizioni dell’organosmo. Ad esempio, gli Stati Uniti hanno già sviluppato un chip in grado di controllare i livelli di zucchero nel sangue. Stimwave Technologies si sta preparando a produrre per l’uso di massa un minuscolo neurostimolatore con un microchip (così piccolo che viene iniettato nel corpo da un ago), che aiuterà ad alleviare il dolore alla schiena e alle gambe colpendo alcune aree del cervello. E Boston Scientific sta lavorando su un chip impiantato nel cervello che aiuterà a trattare i tremori. Questo impianto può funzionare senza ricarica per un quarto di secolo. Al momento, scienziati di diversi paesi stanno lavorando anche su impianti che possono funzionare su aree cerebrali danneggiate e potenzialmente, restituire la memoria ai pazienti.

Pillole “miracolose”.

Oltre ai chip, che possono essere utilizzati quasi ovunque, un campo di ricerca molto diffuso sono i dispositivi delle dimensioni di una pastiglia. Una persona lo ingoia, e il microprocessore nella “pasticca” legge le informazioni riguardo al corpo e può passarle al medico e anche allo smartphone del paziente.

Occhio bionico.

L’Australia ha sviluppato un prototipo dell’occhio bionico per le persone che hanno perso la vista a causa della retinite pigmentata (una malattia incurabile). La novità ricorda una videocamera con una lente montata su deglj occhiali speciali. L’immagine dall’impianto é trasmessa attraverso il nervo ottico al cervello umano. Vengono inoltre effettuati esperimenti con elettrodi impiantati nel cervello per ripristinare almeno in parte la capacità di vedere nei pazienti completamente ciechi.

Contraccezione ad alta tecnologia.

La Massachusetts University of Technology sta lavorando su un contraccettivo speciale per le donne che viene impiantato direttamente nel corpo. L’impianto emette una piccola quantità di ormone contraccettivo all’interno del corpo, ma se lo si desidera, questo processo può essere controllato e spento quando la donna decide di avere un bambino. Il dispositivo può funzionare senza interruzioni fino a 16 anni.

Tatuaggi intelligenti.

Gli specialisti della University of Illinois hanno creato una rete di fibre digitali incredibilmente sottili (più sottili dei capelli umani) da impiantare sotto la pelle. Queste fibre saranno in grado di controllare i processi che si verificano nel corpo dalla superficie della pelle, misurare la quantità di sostanze benefiche nel sangue, misurare lo zucchero e l’ossigeno. I pazienti con malattie croniche (ad esempio, anemia, diabete) sapranno immediatamente quando prendere il farmaco, gli atleti saranno in grado di prevenire la disidratazione in tempo e di monitorare il tono muscolare.

Robot nel sangue

Un’altra novità incredibile è un microchip che può muoversi in modo sicuro nei vasi sanguigni del paziente e utilizzare lunghi filamenti di DNA per provare ad assorbire cellule pericolose. Se lo si desidera, le cellule assorbite possono essere estratte dal chip per fare una diagnosi. L’impianto aiuterà sia nella diagnosi che nel trattamento. Il compito principale degli scienziati è ora quello di testare con successo il dispositivo negli esseri umani.

Incrociamo le dita.

www.facebook.com/adhocnewsitalia

www.adhocnews.it

www.youtube.com/adhoc

.