Questa notte si è conclusa la 76° edizione dei Golden Globe che, per chi non lo sapesse, è un premio assegnato ai migliori film, serie televisive e programmi della stagione passata. Per molti è anche una anticipazione alla più famosa notte degli oscar che è programmata per il 25 febbraio. In questa edizione il vincitore della serata è stato senza ombra di dubbio la pellicola: GREEN BOOK , film ispirato da una storia vera tra un buttafuori americano e un pianista afroamericano (3 Golden Globes) mentre la delusione è stata: A PERFECT STAR che lottava per 5 premi ed invece ne ha portati a casa uno solo, quello più scontato, della migliore canzone originale. Una bella conferma è invece arrivata dal film BOHEMIAN RHAPSODY che si aggiudica 2 premi: miglior attore drammatico e miglior film drammatico. Da evidenziare il premio come migliore attore a CHRISTIAN BALE per VICE e miglior attrice a GLENN CLOSE  per THE WIFE mentre sul palco è stato dato un premio alla carriera al “grande Leboswki” JEFF BRIDGES. Infine, come da previsione, ottimi riconoscimenti per MICHAEL DOUGLASS per la sua serie televisiva THE KOMINSKY METHOD e per gli episodi di AMERICAN CRIME STORY. C’è anche un po’ di italiano nella serata: ROMA, del regista ALFONSO CUARON, fa da location al premio miglior film straniero e già vincitore del “leone d’oro” all’ultima mostra di Venezia, mentre SARA PICHELLI è la prima disegnatrice del fumetto che ha ispirato il miglior film d’animazione: SPIDER-MAN UN NUOVO UNIVERSO che si porta a casa il premio di miglior film di animazione. Ecco l’elenco completo dei vincitori:

 

miglior serie televisiva drammatica:                        THE AMERICANS

miglior attrice in un film commedia:                       OLIVIA COLMAN (la favorita)

miglior attrice in un film drammatico:                    GLENN CLOSE (the wife)

miglior attore in un film commedia:                        CHRISTIAN BALE (vice)

miglior attore non protagonista:                              MAHESHALA ALI (green book)

miglior attore in un film drammatico:                     RAMI MALEK (bohemian rhapsody)

miglior attrice non protagonista:                              REGINA KING (se la strada potesse parlare)

miglior film drammatico:                                             BOHEMIAN RHAPSODY

miglior film commedia:                                                GREEN BOOK

miglior attrice in una serie drammatica:                SANDRA OH (killing eve)

golden globe alla carriera:                                          JEFF BRIDGES

miglior canzone originale:                                           SHALLOW (a star is born)

migliore colonna sonora originale:                           FIRST MAN

miglior attore in una serie drammatica:                 RICHARD MADDEN (bodyguard)

miglior regista:                                                                 ALFONSO CUARON (roma)

miglior attore in una serie commedia:                   MICHAEL DOUGLAS (the kominsky method)

migliore sceneggiatura:                                                GREEN BOOK

miglior attrice non protagonista in una serie:     PATRICIA CLARKSON (sharp objects)

miglior attrice in una serie commedia:                  RACHEL BROSNAHAN (la fantastica signora Maisel)

miglior attore non protagonista in una serie:      BEN WHISHAW (a very English scandal)

miglior film straniero:                                                   ROMA

miglior attrice in una miniserie:                                PATRICIA ARQUETTE (escape at Dannemora)

miglior film d’animazione:                                          SPDIDER-MAN: UN NUOVO UNIVERSO

miglior miniserie:                                                           AMERICAN CRIME STORY

miglior attore in una miniserie:                                DARREN CRISS (american crime story)

miglior serie televisiva commedia:                          THE KOMINSKY METHOD

golden globe award                                                       CAROL BURNETT