Facendo una breve analisi ai vincitori e vinti dell’ultima edizione dei Golden Globe americani mi viene da constatare come il vero mattatore sia stato Quentin Tarantino con la sua pellicola “C’era una volta a Hollywood”  mentre nel carro dei perdenti posso metterci il recente “the irishman”. Ma andiamo per ordine: Brad Pitt si porta a casa il premio come migliore attore non protagonista lasciando a bocca asciutta attori come Joe Pesci, Al Pacino e Tom Hanks, mentre tra le serie televisive drammatiche ha trionfato “succession” che ha arrotondato la vittoria facendo vincere il premio anche come migliore attore a Brian Cox.

Se la vittoria di Joaquin Phoenix per l’interpretazione del Joker poteva passare scontata, mi ha sorpreso molto vedere alzare il premio all’attore Taron Egerton per il film su Elton John , “The rocketman”, come migliore attore in un film di commedia mettendo in evidenza, l’anno dopo il trionfo di Bohemian Rapsody sui Queen, come ancora un film con ispirazione musicale abbia destato successo tra i giudici. La vera sorpresa è il film 1917, ambientato nella prima guerra mondiale e che è risultata la migliore pellicola drammatica e che ha fatto trionfare anche Sam Mendez per la migliore regia. Nella lotta dei film d’animazione la pixar ne esce sconfitta , il suo toy story 4 non è piaciuto, ed ha trionfato “missing link” come Chernobyl che un paio di premi se li è portati a casa, anche se mi aspettavo qualcosa di più visto come le tematiche ambientali risultino argomenti centrali e tirati fuori anche da Phoenix durante i ringraziamenti del suo premio, invitando ai colleghi di evitare l’uso di jet privati per gli spostamenti.

Sul lato femminile vittoria per la Renée Zellweger per Judy come migliore attrice in un film drammatico e Oliva Colman per la serie “The crown”. Chiudo segnalando come miti intramontabili come Tom Hanks e Russell Crowe hanno ritirato ancora una volta dei premi, il primo per la carriera mentre il secondo per la miniserie “Sesso e potere”. Adesso l’attesa sarà per la notte degli oscar ma questi Golden Globe ci hanno fatto capire come Joker sarà il vero mattatore ma occhio a Tarantino……