C’era una volta il gioco dello schiaffo del soldato, ora va per la maggiore per Bergoglio quello dello schiaffo del papato.

Dopo lo schiaffo rifilato alla fedele asiatica che lo strattonava in piazza San Pietro, un altro video mostra Jorge Maria Bergoglio di nuovo in atteggiamenti poco pastorali.

Le botte urbi et orbi di San Silvestro non erano un’eccezione evidentemente, ma un gesto cui il Pontefice pare un habitué, come sfilare la mano all’ultimo secondo quando i devoti vogliono baciare il suo anello piscatorio.

A scovare il filmato di Bergoglio e il nuovo gioco dello schiaffo del papato è il giornalista Antonio Socci che sul suo profilo Twitter commenta: “Qui, senza essere strattonato, quindi senza motivo, dà una manata sulla mano ancora una volta a una donna, una povera suorina. Quest’uomo ha un’indole manesca o è solo maleducato? Comunque sono gesti meschini di arroganza di chi ha un potere assoluto sui sottoposti“, scrive Socci, che rincara la dose con l’hashtag #PapaManesco.

Il video mostra l’episodio trasmesso di una visita del Papa in una cattedrale affollata, la cronaca e le sovraimpressioni in spagnolo fanno propendere per un viaggio nell’America Latina.

Si può vedere, nella sua brevità una suora di spalle che si avvicina, e papa Francesco con la stessa mano con la quale sta benedicendo la folla, le rifila uno schiaffetto fulmineo.

Una cosa è certa, comunque, che a noi questa versione intransigente e velatamente violenta di Bergoglio appare molto più veritiera e piace molto di più di quella pelosamente votata alla accoglienza e tolleranza. In verità tutte quelle prediche cui ci ha abituato, alla vista del suo sguardo stizzito perdono di efficacia e di significato, rivelando una persona genuinamente intransigente.