Video hot in rete, sospeso Voltolini, portiere della Reggiana.

“La società, in attesa di comprendere l’accadimento dei fatti del post partita di domenica 17 novembre, comunica la sospensione in via cautelativa dall’attività sportiva del tesserato Matteo Voltolini per una settimana”.

Questo il contenuto di una nota stampa diramata ieri dalla Reggiana.

Nella nota, pur non menzionandolo, ci si riferisce a un video di 15 secondi girato in un bagno di un locale con una coppia (il portiere 23enne e una ragazza) colta in atteggiamenti intimi.

Il video è stato poi diffuso su Whatsapp. La realizzazione e la diffusione del video, a insaputa dei protagonisti, hanno turbato entrambi i ragazzi, che hanno manifestato l’intenzione di sporgere querela nei confronti di chi lo ha realizzato, ma anche diffuso o detenuto. La Procura sarebbe in procinto di aprire un fascicolo.

Matteo Voltolini tramite i suoi legali ha scelto di tutelare se stesso e la propria fidanzata in tribunale.

Il giocatore è deciso ad andare fino in fondo a quanto accaduto e proverà a far valere le proprie ragioni in tribunale.

L’autore del video, secondo la legge, rischia una pena da 1 a 6 anni di reclusione, oltre a una multa da cinquemila a quindicimila euro contro: “chiunque, dopo averli realizzati o sottratti, invia, consegna, cede, pubblica o diffonde immagini o video a contenuto sessualmente esplicito, destinati a rimanere privati, senza il consenso delle persone rappresentate”.

Dalla società emiliana fanno sapere che l’estremo difensore è amareggiato e molto arrabbiato per l’accaduto e le conseguenze.

Il giocatore si è espresso su quanto successo ai microfoni de La Zanzara su Radio 24: “Nessuna spiegazione, parlerò in questi giorni. Capisco il club, perché comunque è una cosa che fa clamore, ma penso che si risolverà.

Reintegrato subito? Non so, lo vedremo nei prossimi giorni, io sono sereno perché avrò modo di spiegare tutto”.

Non sapevo ci fosse qualcuno che riprendeva.”

Ma devo ancora parlare con la società. Ho denunciato, sì.
Il video è arrivato un po’ in tutta Italia, non so chi lo ha ripreso, ho dei dubbi su qualcuno, ma sto raccogliendo un po’ di notizie con i miei amici che erano lì, mentre la polizia si è attivata.

Non è assurda la decisione della società. Io spero che vengano scoperti questi qua.

“Lei è una ragazza che frequento da diverso tempo.
Io sono sereno e non penso di aver fatto nulla di male. Avrò modo di spiegare tutto prossimamente”.