L’8^ giornata di campionato ha portato numerose conferme sia in positivo che in negativo.
Partiamo dalla Juventus che sta dimostrando di fare un altro campionato rispetto alle altre squadre, ottenendo il massimo dei risultati con il minimo sforzo e gestendo un gruppo che, oltre l’indiscussa qualità dei giocatori, è diventato anche di quantità con tantissime alternative che permettono ad Allegri di gestire al meglio le tre competizioni. Con questi presupposti credo proprio che la bagarre in campionato sia ormai solo per il secondo posto. EXTRATERRESTRI
Obiettivo seconda piazza in cui si è reinserita anche la Roma. Pur non credendola favorita per un posto in Champions, in quanto troppo altalenante ed emotiva, ha indubbiamente dato una svolta alla propria stagione. Da capire ancora quale sia la vera Roma: quella di Bologna o quella del derby? IN CERCA DI CONFERME
Conferme che cerca con insistenza anche l’Inter, attesa dalla prova del nove per antonomasia: vincere la stracittadina.
Il derby col Milan però lo immagino all’insegna della paura di ricadere in quelle incertezze figlie di un inizio di stagione non propriamente esaltante per entrambe. PROVA DI MATURITA’
Maturità persa invece dalla Lazio che pur vincendo contro la Fiorentina non ha ben figurato negli ultimi impegni tra campionato e Coppa. La “Banda Inzaghi” dovrà ritrovare l’armonia e la concentrazione perduta se vorrà ambire alla qualificazione alla coppa dalle grandi orecchie. RIMANDATA
Guardando alla lotta per non retrocedere credo che il vero campionato inizierà dopo la sosta. Tutte le squadre in corsa si trovano a dover risolvere numerosi problemi sia tattici che caratteriali.
L’Empoli indubbiamente è quella che ha più dimostrato gioco e volontà ma è stata pesantemente penalizzata da un calendario proibitivo, raccogliendo meno di quanto dimostrato sul campo. SPRECONA
La SPAL dopo aver ingranato con buoni risultati ad inizio campionato, si trova ora a dover risalire la china e rialzare un morale non certo alle stelle dopo gli ultimi risultati. IN CURA
Il Bologna dopo l’exploit contro la Roma non ha convinto in nessuna uscita, con un Inzaghi sempre più in bilico. CRISI NERA
Il Chievo, oltre agli scarsi risultati e ad un gioco per niente esaltante, si trova a fronteggiare una penalizzazione che non lascia scampo a ulteriori passi falsi. ULTIMO APPELLO
Il Frosinone a dirla tutta il campionato deve ancora realmente iniziarlo. CHI L’HA VISTO ?
 
Passiamo ai giocatori che più hanno impressionato in questa 8^ giornata:
 
I CASSA-SI
 
Cristiano Ronaldo: semplicemente mostruoso!
Con tutto il peso delle vicende extracalcistiche addosso, pesanti come macigni, riesce a lasciarsi tutto alle spalle e sfoderare l’ennesima prestazione sopra le righe sia per lui che per la squadra. ALIENO 
 
Higuain: è in palla e si vede; non tanto per i gol ma per come si sta caricando sulle spalle una squadra intera che, senza di lui, (vedi empoli) ha dimostrato di essere mediocre e senza identità. Con un pipita così Gattuso può dormire sogni tranquilli. COPERTA DI LINUS 
 
Handanovic: dopo qualche incertezza nelle prime uscite stagionali e qualche critica di troppo, visto quanto ha fatto in questi anni neroazzurri, ha sfoderato una prestazione monster. Se l’Inter e tornata a casa con tre punti da Ferrara lo deve soprattutto a lui. MURO 
 
I CASSA-NO
 
Sirigu: questa giornata avrebbe dovuto chiuderla in maniera diversa sia per l’avversario ma soprattutto in ottica nazionale. Il dopo-Buffon non ammette errori. SCONCENTRATO 
 
Caputo: in un Empoli che non crea occasioni da goal a grappoli non può permettersi di sbagliare così tanto.Urge riscatto a Frosinone. RIMANDATO
 
 
Inzaghi (Filippo): una squadra che si deve salvare non può affrontare uno scontro diretto senza grinta e gioco. E’ il momento di dimostrare che oltre a uno strepitoso giocatore c’è anche un allenatore da serie A. BRANCOLA NEL BUIO