In seguito all’attentato alle torri gemelle gli Stati Uniti d’America dichiararono guerra ai talebani. Il film narra la vera storia di 12 soldati americani che per primi combatterono contro i talebani nel nord dell’Afghanistan e contro le ostilità delle varie razze. Le insidie della missione sono notevoli:scarse dotazioni militari, il numero di nemici assai superiore e soprattutto combattere contro carri armati e lanciarazzi.Le loro uniche risorse: dei cavalli per spostarsi e tanta voglia di sconfiggere il nemico. Chris Hemsworth , che già abbiamo visto nel ruolo di Thor, interpreta il ruolo del comandante della squadra speciale americana con una interpretazione un po discutibile, non molto espressiva e troppo “belloccio e pulito”.

Il resto del cast non presenta nomi di alto livello anche se il capitano dei talebani e quello della ribellione alleata con gli americani sono molto credibili. 12 soldati è un film che si può dividere in due parti: la prima di preparazione, la seconda di guerra vera e propria. Entrambe soffrono di molta monotonia sebbene il ritmo sia abbastanza serrato ma dopo decine di minuti che vediamo sparare ci si annoia facilmente anche perché tatticamente il film coinvolge poco. Certamente il finale mostra il meglio di se , soprattutto quando vengono mostrati i titoli di coda e viene reso omaggio a questa vera storia di eroismo. Tecnicamente le sessioni di guerra sono ottimamente fatte, riprese precise e mai confusionarie, violento ma senza cadere nella trappola dello splatter, effetti video ma soprattutto audio di alto livello. Se tecnicamente il film è ben fatto, la narrazione invece risulta scadente e non mi ha coinvolto emotivamente come molte altre pellicole del genere. Accettabile ma da consigliare agli amanti delle pellicole di guerra e di chi ha interesse di conoscere una storia di eroismo tenuta nascosta per molti anni.

VOTO:6