Celebrare Gabriele d’Annunzio, a Pescara, sua città natale, nel centenario dell’impresa di Fiume. Dieci giorni di eventi per riscoprire il genio di uno tra i personaggi più leggendari della storia, della letteratura e della politica nazionale. Questa l’idea alla base della Festa della Rivoluzione (questo il titolo della kermesse, mutuato dal titolo della storica dell’arte Claudia Salaris, relatrice al convegno finale), che si concluderà il 15 settembre con un gran concerto nel piazzale Michelucci dell’Aurum.

La Rivoluzione è quella compiuta da un uomo a cavallo tra due secoli tra loro “nemici” e che riuscì, nonostante mille tempeste, a restare in sella fino a conquistare un ruolo di protagonista assoluto nell’Italia che dalla Belle Epoque arriva alla Grande Guerra e quindi al fascismo.

Leggi anchehttps://www.adhocnews.it/santo-pelliccia-leone-della-folgore-di-el-alamein-ci-ha-lasciato/