Innovativo e ribelle, lo stilista e fotografo francese Thierry Mugler (Strasburgo, 1948) fondatore dell’omonima casa di moda, sorprende il mondo da quasi cinquant’anni con le sue straordinarie creazioni che hanno rivoluzionato il fashion con tagli futuristici e silhouette glamour, scultoree ed eleganti. Nella retrospettiva Thierry Mugler: Couturissime, in prima europea al Kunsthal Rotterdam, dopo aver attirato quasi 300mila visitatori per la sua prima mondiale a Montreal, i vari universi di questo artista a tutto tondo – visionario, couturier, regista, fotografo e profumiere – possono essere ammirati per la prima volta. La mostra riunisce più di 140 opere, molte delle quali esposte per la prima volta, create tra il 1973 e il 2001, oltre a molti accessori e costumi di scena inediti, clip e video, documenti d’archivio e schizzi. Un centinaio di scatti dei più grandi fotografi di moda contemporanei come Avedon, Bourdin, Goude, LaChapelle, Newton, Ritts, Issermann completano il tutto, insieme alle gallerie immersive progettate da artisti come Michel Lemieux e Philipp Fürhofer e dallo studio di effetti speciali Rodeo FX.