12^ giornata funestata dal maltempo che condiziona e non poco le gare, soprattutto delle due inseguitrici della Juventus.

Bianconeri che dettano ancora il passo vincendo in trasferta contro il Milan, sfoderando una devastante personalità. Mandzukic prima e Ronaldo poi stendono i rossoneri che sciupano anche un rigore a fne primo tempo con Higuain che poteva rimettere in gioco i diavoli. Partita praticamente a senso unico che premia gli uomini di Allegri, facendoli mantenere ben saldi al primo posto.

Il passo della Juventus lo tiene il Napoli che, in trasferta a Genova, vince una gara complicata su un campo ben oltre i limiti della regolarità. I grifoni, aiutati dal terreno di gioco che impedisce al Napoli di fraseggiare come suo solito, dominano il primo tempo portandosi meritatamente in vantaggio con Kuoamè. In svantaggio di un gol e con il manto erboso del Marassi che diventa sempre più una piscina a cielo aperto, il Napoli trova inaspettatamente la forza di reagire e, dopo la sospensione della gara per circa 20 minuti per le incessante pioggia, nel secondo tempo prima pareggia i conti con Fabian Ruiz, sempre più decisivo per Ancellotti, poi riesce a ribaltare il risultato grazie all’autogol di Biraschi all’ultimo minuto del match. Tre punti che valgono oro per gli azzurri che restano agganciati al treno tricolore.

Battuta d’arresto per la corsa scudetto invece per l’Inter che cade sul campo dell’Atalanta, con un pesante 4-1. Primo tempo di marca tutta neroazzurra: non quella di Milano, ma bergamasca che stritola l’avversario con pressing alto e fraseggi veloci fin da subito. Il gol del meritato vantaggio porta la firma di Hateboer il quale fa concludere al meglio la prima frazione di gioco a Gasperini. La ripresa però comincia con una colossale papera di Berisha, che svirgola in area un innocuo retropassaggio che Politano sfrutta al meglio, prendendosi un rigore per fallo di mano di Mancini. Icardi non sbaglia e firma il momentaneo pareggio. Questo sarà l’unico sussulto della gara dell’Inter che per tutta la seconda frazione di gioco viene surclassata dalla corsa, dal gioco e dalla volontà degli uomini di Gasperini di riprendersi i 3 punti. Volontà che viene premiata prima da Mancini, Djimsiti.e Gomez all’ultimo minuto. Neroazzurri ora a -9 dalla Juventus.

4-1 anche per la Roma, che torna alla vittoria nel match casalingo contro la Sampdoria. Finalmente una prova di forza per i ragazzi di Di Francesco contro un avversario complicato. I gol portano la firma di Juan Jesus, Schick, e doppietta del faraone El sharaawy. I gol della bandiera per i blucerchiati porta la firma dell’ex Defrel.

Pareggio per 1-1 in trasferta della Lazio sull’ostico campo del Sassuolo, vera sorpresa del campionato. Succede tutto nei primi 15 minuti del primo tempo dove prima Parolo porta in vantaggio i biancocelesti e subito dopo Ferrari pareggia i conti. Un punto a testa che serve a tutte e due le squadre per continuare la loro marcia verso l’Europa.

Chi non sa più vincere è invece la Fiorentina che porta a casa l’ennesimo pareggio sul campo del Frosinone, penultimo in classifica. Benassi firma il vantaggio della fiorentina ad inizio ripresa; il baby Pinamonti raggiunge il pareggio allo scadere.

In coda importantissima vittoria dell’Empoli che nel duello per non retrocedere con l’Udinese si impone per 2-1. Il cambio in panchina pare aver premiato i toscani, più quadrati in campo e letali sotto porta con i loro uomini più pericolosi: Zajc che porta in vantaggio gli azzurri sul finire del primo tempo, e Caputo il quale raddoppia a inizio ripresa. Per l’Udinese non basta il gol di Pussetto sul finire della gara per evitare la sconfitta. Toscani che salgono a quota 9 punti agganciando proprio i friulani al terzultimo posto.

Primo punto per Ventura che da oggi elimina la penalizzazione di inizio campionato e può finalmente cominciare veramente il suo cammino verso la salvezza. Il 2-2 con il Bologna porta le firme di Meggiorini e Obi per i clivensi e di Santander e Orsolini per i bolognesi.

Chiudono il tabellino della giornata la vittoria del Parma in trasferta a Torino per 2-1 e il pareggio tra Spal e Cagliari per 2-2.