Cosa unisce il Comune di Firenze e Unieco Ambiente, società in concordato fallimentare guidata da chi tentava di consegnare al sistema delle cooperative rosse l’intero sistema dei rifiuti della Toscana? Cosa c’entra Stefano Carnevali (AD Unieco Ambiente) e la piddina Alessia Bettini, assessora all’ambiente del Comune di Firenze guidato dal Sindaco Nardella? Il 16 maggio lo avremmo capito meglio, grazie all’imperdibile convegno organizzato presso il Convitto della Calza di Firenze. Purtroppo è notizia di poco fa che “a causa di sopraggiunti e improrogabili impegni di alcuni dei relatori, è stato rinviato a venerdì 14 giugno sempre alle ore 10.30, sempre presso il Convitto della Calza a Firenze, e con la medesima platea di oratori, fatta eccezione per l’assessora del Comune di Firenze Bettini”. Sembrerebbe, quindi, che il Comune si sia defilato in extremis. (Politicamente in imbarazzo?).

Alessia Bettini con Dario Nardella

Il convegno era interessante, in piccola parte per il tema: l’economia circolare e in gran parte per i protagonisti: il PD, rappresentato dalla Bettini, seduto al tavolo con il sistema delle cooperative rosse, rappresentato da Carnevali. Nel mezzo (difficile capire come e perché) la società Alia (vedi Comune di Firenze) contro la quale ha mosso guerra Unieco Ambiente, protagonista anche dei problemi di SEI Toscana – con inchieste giudiziarie annesse. Più che di economia circolare, se il programma non fosse stato modificato all’ultimo momento, si sarebbe parlato di “politica circolare”: quella che ruota attorno al Pd e alle cooperative rosse, e che ha come perno rifiuti e ambiente.

Stefano Carnevali AD Unieco Ambiente