Decomporsi in una bara 3 metri sotto terra non è più attraente come un tempo. Si tratta ormai di una soluzione scontata, e per niente trendy, per sparire dalla circolazione. Su Futurism troviamo diverse alternative più cool alla, banalissima, sepoltura.

SPARATI (FIN QUASI) NELLO SPAZIO. Se siete appassionati di fisica, fantascienza ed esplorazione del cosmo potreste trovare interessante l’idea di trascorrere l’eternità dispersi nella stratosfera. Ad occuparsi della logistica potrebbe essere Mesoloft, azienda americana che grazie a speciali palloni porterà le vostre ceneri a 24.000 metri di quota per disperderle, al costo (base) di 5.000 euro optional esclusi, con tanto di video commemorativo, servizio fotografico del lancio, o blog ricordo – che purtroppo voi non vedrete.

RIPOSO BUDDISTA. Ideale per le persone più riflessive, la tumulazione in un tempio buddista garantisce tranquillità eterna, anche se in pieno centro a Tokyo. Il Koukokuji Buddhist Temple offre la possibilità di conservare le ceneri dei defunti all’interno di una futuristica urna di vetro a forma di Buddha, illuminata da luci a Led, per soli 6.000 euro: pochissimi i posti disponibili, solo 2.000 – affrettatevi. 

 

FARSI DIAMANTE. “Un diamante è per sempre”, recitava qualche tempo fa una nota pubblicità. LifeGem ha fatto suo lo slogan mettendo a punto una tecnologia che permette di trasformare in diamanti sintetici le ceneri dei propri cari. I tecnici estraggono il carbonio dalle ceneri del defunto, lo purificano e con l’ausilio di una pressa industriale da molte decine di tonnellate lo trasformano in diamante. Il processo è piuttosto lungo, richiede ben 24 settimane, ma tanto ormai non avete furia, e costa dai 3.000 a 20.000 euro a seconda della caratura finale della gemma. Se in vita siete stati inutili, è un’ottima occasione per diventare finalmente preziosi. 

CORALLI IN ETERNO. Perfetta per ambientalisti è la possibilità di farvi trasformare in corallo. Eternal Reef si occuperà di mescolare le vostre ceneri con una speciale miscela di cemento – l’azienda ringrazia la ‘Ndrangheta, titolare del brevetto, per la gentile concessione – e di creare con esse una sfera, che verrà poi fatta affondare nei pressi della vostra barriera corallina preferita, dove sarà colonizzata da microrganismi e creature varie. Il costo oscilla dai 3.000 ai 7.000 euro, a seconda delle dimensioni della sfera.

CIBO PER I FUNGHI. Tra le alternative più ecosostenbili alla sepoltura c’è quella proposta da Jae Rhim Lee, artista e fondatore di Ceoio, che realizza una speciale veste funebre che ospita – nel tessuto – le spore di diverse specie di funghi. Questi organismi cresceranno nutrendosi del corpo del defunto, accelerandone la decomposizione. Notevoli i vantaggi per chi ha meno dimestichezza con la doccia e potrà beneficiare della produzione propria.

morte, morire, vita, decomposizione, sepoltura, funerali, cremazione, riti, tradizioni

Spore di funghi incorporate nel tessuto del sudario garantiscono una decomposizione rapida ed efficiente. | COEIO
 

VITA (DIGITALE) ETERNA. Chi proprio non volesse saperne di accettare l’inevitabile può ricorrere alla tecnologia per lasciare qui sulla Terra una copia digitale del proprio sé. Di cui, probabilmente, faremmo volentieri a meno. Fenix Begravning, agenzia svedese di servizi funebri, ha messo a punto un sofisticato sistema di intelligenza artificiale in grado di ricreare un’identità digitale e interattiva dei trapassati. Il sistema, Voices From The the Other Side (voci dall’aldilà), viene addestrato utilizzando tutti i contenuti che il caro estinto ha pubblicato sui social network, le sue chat e le sue email – praticamente il peggio del peggio di voi stessi, insomma. In questo modo l’AI impara a esprimersi come il suo originale in carne ed ossa, ed è in grado di rispondere a semplici domande sul suo passato. 

A voi la scelta.

“Non ho paura di morire. E’ solo che non vorrei essere lì quando succede.” Woody Allen