San Terenziano (Gualdo Cattaneo di Perugia) – Entra nel vivo questo weekend Porchettiamo – il Festival delle Porchette d’Italia” XI edizione sulla scia del successo raccolto nei primi dieci anni di vita. E si conferma una delle manifestazioni enogastronomiche più rappresentative del centro Italia e non solo. Basti pensare che l’ultima edizione ha registrato migliaia presenze in tre giorni. Appuntamento quindi a San Terenziano di Gualdo Cattaneo (Perugia) fino al 19 maggio per un percorso gastronomico dai “cru” della porchetta umbra e delle regioni del centro Italia fino ad arrivare a quella calabrese, quella siciliana e quella sarda.

Un evento – ideato per il Comune di Gualdo Cattaneo dall’agenzia di eventi e comunicazione Anna7Poste Eventi&Comunicazione Srls (specializzata in eventi food&beverage) e dal critico enogastronomico Antonio Boco, cresciuto negli anni e che testimonia la solidità del format, unico in Italia, capace di valorizzare un prodotto troppe volte lasciato in secondo piano: sua maestà la Porchetta. Confermato anche quest anno il patrocinio del Ministero delle politiche agricole.  

Un appuntamento di grande richiamo per un pubblico trasversale e proveniente da tutto il territorio nazionale e non solo, con un numero sempre maggiore di curiosi che vogliono scoprire la storia e la peculiarità della lavorazione e del sapore della Porchetta.

Porchettiamo è un progetto originale, profondamente radicato nel tessuto storico-culturale dei luoghi in cui si svolge e di quelli che evoca attraverso il cibo, nato in tempi non sospetti, quando il fenomeno era tutt’altro che trendy. Non è un caso che l’evento sia diventato così popolare e che, a distanza di undici anni dal suo avvio, resista in una dimensione di grande spontaneità, percepito come genuino, popolare, mai forzato e sempre attento a chi lo frequenta.

Porchettiamo: tutte le golosità dell’edizione 2019

Nei giorni del festival Piazza Vittorio Emanuele III sarà ancora una volta dedicata agli stand espositivi e commerciali per l’acquisto esclusivo dei mini panini degustazione delle Porchette provenienti dalle principali regioni italiane. Affiancheranno una selezionata rosa di produttori umbri le porchette provenienti da: Lazio, Calabria, Sicilia e Sardegna. Dopo il successo registrato lo scorso anno torna anche quest anno la Regione Sicilia, con la porchetta di maialino nero allevato allo stato brado di Nebrodi di Giuseppe Oriti; e dopo un anno di assenza torna anche la Sardegna con la sua porchetta di maiale sardo.

Unico anche lo spazio dedicato ai vini del territorio, in collaborazione con la Strada del Sagrantino e le migliori cantine del territorio, per ritrovare, in chiave elegante e contemporanea, la suggestiva atmosfera delle antiche fraschette, luoghi privilegiati per il consumo di vino e porchetta. E per gli amanti del boccale grazie alla consolidata collaborazione con Fermento Birra, sarà presente la sezione dedicata alle migliori birre artigianali italiane e straniere del momento: Birra Perugia, Ritual Lab, Birrificio Italiano, Foglie d’Erba, Vetra, CRAK, MC77, oltre ad una selezione tedesca e belga.

Interamente dedicato allo street food sarà il Giardino del Castello: dalla Sardegna alla Toscana, in scena una rassegna dei migliori cibi di strada d’Italia. Dal lampredotto fiorentino alle migliori Olive ascolane. Presente anche il panino Gluten free, in collaborazione con l’Associazione Italiana Celiachia.

Novità di quest anno, al Giardino, anche uno stand gestito da giovanissimi imprenditori del territorio, consacrato ai prodotti di eccellenza: tutte piccole aziende biologiche a gestione familiare. Lo stand si chiamerà “Quality Km0”, un brand ideato per promuovere i prodotti di “Castelli di Gusto” ovvero un gruppo di aziende agricole localizzate nel territorio del comune di Gualdo Cattaneo la cui peculiarità è l’essere condotte esclusivamente da giovani che si stanno impegnando in progetti di collaborazione reciproca. Il nome “Castelli di Gusto” richiama infatti fortemente il territorio, evocando i tanti castelli medievali sparsi nel comprensorio di Gualdo Cattaneo ed al tempo stesso i prodotti di alta qualità delle aziende agricole che ne fanno parte. Le specialità che saranno proposte per “Porchettiamo” hanno come elemento principale il “Km0” e sono: Salsiccia pastellata fritta; Polpettine di legumi fritte; Cono di erbe e fiori spontanei fritti; “Rotolo” con farine di legumi.

Numerose anche le attività collaterali: dall’animazione alla musica di strada, dai laboratori didattici-creativi per bambini di pittura e disegno alle passeggiate a piedi in compagnia di guide professioniste per scoprire i sentieri che conducono ai Castelli Medievali del territorio, fino al mitico “Pig-Nic“, l’appuntamento con porchetta e vino sull’erba.

Novità di questa edizione anche la presenza di Radio Gallano, voce ufficiale di Porchettiamo. La web radio trasmetterà dalla “Piazza delle Porchette”, con interviste ai produttori e non solo. Ed il nuovo progetto radiofonico, che ha sede al Castello di Gallano Resort di Valtopina, per la sua prima uscita pubblica ha scelto proprio Porchettiamo (www.radiogallano.it). Confermato anche il pacchetto turistico “Porchettiamo in Umbria”, strumento di promozione non solo per l’evento ma per tutto il territorio umbro.


Fonte: comunicato stampa a cura di Ufficio Stampa “Porchettiamo”