«Mi marido». Il mio sposo, in spagnolo. È bastato dire queste due parole che tutto l’entourage di Cristiano Ronaldo è balzato in piedi. Due parole che hanno confermato per molti quello che si dice da giorni: Cristiano Ronaldo, il calciatore forse più forte al mondo, l’uomo da trecento milioni di euro all’anno, ha sposato in segreto la sua Georgina Rodriguez, ex commessa di Prada, madre della sua Alana Martina, e madre adottiva dei due gemelli Eva e Mateo – che CR7 ha avuto da una madre surrogata – e madre adottiva anche del suo primogenito Cristiano Junior, che Cristiano ha avuto con  una ragazza di Miami che ha rinunciato subito al bambino che oggi ha 9 anni.

cr7 Badr HariIl dove, come e quando sia avvenuto questo matrimonio (che però per altri sarebbe stato ancora solo pianificato, in attesa delle celebrazioni a breve) non si sa. Cristiano sa come tenere i segreti, quelli che lui vuole rimangano tali. Si dice che a organizzare il tutto sarebbe stato il fraterno amico e milionario marocchino Badr Hari, campione mondiale di kickboxing.

CR7 GEORGINAA Torino, c’è chi dice che approfittando della partita disputatasi a Faro, in Portogallo, con la nazionale portoghese contro quella lituana vinta sei a zero, e approfittando anche della successiva domenica libera dal campionato italiano con la Juventus, Ronaldo e Georgina sarebbero corsi in Marocco per un “flash yes”, un sì mordi e fuggi, molto in voga in America. E il matrimonio per ora non sarebbe stato ancora registrato.

Ma perché una decisione così improvvisa? Dicono che a far decidere per questa scelta sia stata la festa per gli Mtv EMA, gli European Music Awards, dove Ronaldo è andato con Georgina. In quell’occasione sono stati in molti a sottolineare come ci fosse un’assoluta deferenza verso CR7, mentre Georgina  venisse quasi considerata solo un’accompagnatrice. Perfino quando un’amica (pare un’ex) di Ronaldo, l’ex modella Rita Pereira, s’è buttata su Ronaldo affettuosa come poche, ha ignorato il fatto che lui fosse con la compagna: «È stata una scena davvero spiacevole, anche per lui, che non si aspettava una tale dimostrazione di affetto dalla sua amica», hanno scritto i giornali spagnoli.

«Quando si è trattato di salutare la fidanzata del calciatore, Rita si è limitata a guardarla, dicendo un timido “ciao” e ha poi continuato a parlare con Cristiano senza fermarsi».

Quella pare sia stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso e Georgina s’è scatenata. Cristiano Ronaldo, come tutti i geni, è sempre stato un uomo molto dolce, ma solo, perfino quando era fidanzato con la donna più bella del mondo, la top model russa Irina Shayk. I suoi occhi non trasmettevano autentica serenità, una serenità che gli è stata negata anche in famiglia con un padre alcolizzato, un fratello drogato, una madre iperpresente, ma che portava con sé tanto dolore. Quella serenità CR7 l’ha conquistata accanto a Georgina e le è più che riconoscente.

Ma perché tanti segreti? Il perché pare che abbia un nome: Dolores Aveiro, la mamma di Cristiano Ronaldo. Lei è sempre stata la donna più importante della sua vita, l’ha sostenuto, curato, s’è spaccata la schiena a lavare case per mantenere i figli, e CR7 l’adora. Ma una madre coraggio così può anche soffrire di momenti di gelosia. E così, pare che le nozze del figlio per lei potrebbero essere una notizia bella, ma non bellissima.

«Non mi stupisco di queste nozze e di questa regia», ci dice una persona molto vicina, «avevo capito tutto già dal 29 agosto scorso: quel giorno CR7 è andato a Madeira dai suoi avvocati e ha cambiato il testamento per tutelare anche Georgina. Prima di allora tutto il suo patrimonio sarebbe stato gestito da sua madre, mentre quel giorno cambiò alcune disposizioni e inserì la madre di sua figlia, che per lui è anche la madre di tutti i suoi figli, perché tale è».

Se le nozze segrete di CR7 verranno confermate ufficialmente, ci auguriamo tutti che sia – per ogni persona amata dal supercampione – quanto di più bello possa capitargli. D’altra parte per Dolores la felicità del figlio è sempre arrivata prima di tutto, al punto da cadere anche in gaffe eccezionali come ha fatto proprio una decina di giorni fa quando a Madeira s’è sfogata e ha detto: «Se non ci fosse la mafia nel calcio, mio figlio avrebbe vinto più Palloni d’Oro. Se andate a vedere tutto quello che è successo, vi renderete conto che si tratta di mafia. Se fosse stato spagnolo o inglese, non avrebbero fatto quello che hanno fatto, ma siccome è portoghese, e di Madeira, succede questo». Cuore di mamma. Aspettiamo una dichiarazione altrettanto passionale, ma positiva, quando commenterà le nozze del figlio con la donna della sua vita.

www.novella2000.it