“Sto provando a mettere su un’attività. In Inghilterra facevo la colf nuda, ora ci provo anche in Italia. Ho 42 anni e per due anni e mezzo a Londra mi sono spogliata davanti ai clienti”. A parlare a La Zanzara su Radio 24 è Margherita, marchigiana, fondatrice di NaturPop, che come si legge in homepage “offre il primo servizio di prenotazione di pulizie Naturiste in Italia”. Come mi è venuto in mente di fare la donna di servizio nuda?:  “Un mio amico con cui vivevo è venuto a cena e mi ha raccontato di quest’agenzia che assumeva colf nude e voleva mandare la sua candidatura. Io ho mandato la mia e mi hanno preso”.naturpopMa non te ne frega niente di stare nuda davanti alle persone in casa? “Sono naturista, nudista da tanto tempo, quindi la cosa non mi disturbava assolutamente”. Chi erano i clienti?: “Sempre uomini adulti, la maggior parte over 35 anni”. Servivi nuda anche a tavola?: “No, solo pulizie. Pulizie, stirare, cose così. E dipendeva naturalmente dal tempo di prenotazione. Poteva andare da un’ora a tre ore”.

Cosa potevano fare le persone che pagavano?: “Le persone possono solo guardare. C’è una policy veramente restrittiva. Le persone possono guardarti mentre tu lavori nuda. Lavoravo completamente nuda, solo ciabattine e guanti”. Gli uomini che potevano fare?: “Gli uomini potevano guardare, leggere il giornale, prendere il tè o fare quello che dovevano fare”. Cioè?: “Anche masturbarsi. E’ capitato, non è proibito. Ma non devono mai toccare la cleaner, mai. Quando è successo sono stati cancellati. Pure se fanno delle proposte”. E mentre si masturbavano che facevi?: “Professionalmente la cleaner deve continuare a pulire. Basta far finta di niente. Io non mi sono mai eccitata. Continuavo a stirare”.naturpop 1Sentendo i gemiti?: “Sì, anche”. “Questo – dice Margherita – è un servizio che nasce per naturisti. Ma è chiaro che alla fine non sono solo i naturisti che si avvicinano, e ci sono anche dei maiali. Io personalmente ho ricevuto delle proposte da un signore anziano, che ho rifiutato ed ho contattato la titolare dell’agenzia per cui lavoravo. Questo è stato poi cancellato dall’elenco dei clienti. Non avrà più la possibilità di prenotare”.

“Quando si masturbavano davanti a me – dice ancora – non ansimavano, anzi, erano più imbarazzati loro, però era una reazione fisiologica e naturale di fronte al corpo di una donna . Dunque non mi sono stupita, è così”. Quanto venivi pagata?: “Normalmente una colf normale prende 10 pound all’ora, una naked colf nuda ne prende 45. Ma adesso voglio aprire il mercato in Italia. Il nostro servizio costa 45 euro all’ora che vanno direttamente alla colf, più 25 euro per il servizio prenotazione che è praticamente la commissione di agenzia. In tutto 70 euro all’ora”. “Ho già ricevuto delle richieste – aggiunge – ma devo dire che manca il personale.

Faccio un appello, invito le donne a collaborare”. Quante camicie stiri in un’ora?: “Anche sei”. Chiedono solo donne fighe?: “No. Non serve esser modelle per far questo tipo di lavoro. Ci sono uomini che preferiscono magari donne formose. E comunque se c’è un uomo che vuole nello stesso tempo farsi fare le pulizie a casa, farsi stirare le camicie e vedere una donna nuda che cammina, e magari farsi anche una sega, che male c’è? Importante è che non la tocchi. Noi ci auguriamo sempre che nessuno faccia atti sessuali durante lo svolgimento delle pulizie, però se capita la prendiamo come una reazione fisiologica, quindi non ci scandalizziamo”.