Niente più soltanto hot dog, noccioline e patatine negli stadi ma anche prodotti tipici del territorio: salumi, formaggi, pane e delizie di stagione. Non è una favola ma il frutto dello storico accordo tra Coldiretti, la principale organizzazione di rappresentanza degli agricoltori italiani, e Lega Pro, finalizzato ad orientare i consumatori verso scelte alimentari sane, sicure e rispettose della stagionalità, con i prodotti 100% Made in Italy ed interamente tracciabili della rete di Campagna Amica.

L’intesa, firmata qualche giorno fa a Firenze dal Presidente di Coldiretti Ettore Prandini e dal Presidente di Lega Pro Francesco Ghirelli, alla presenza del Presidente della FIFA Gianni Infantino e del Presidente della FIGC Gabriele Gravina, prevede una collaborazione su un progetto di ampio respiro, legato alla sana e corretta alimentazione nello sport e rivolto a bambini, ragazzi ed a tutti gli appassionati di calcio che frequentano gli stadi.

L’accordo promuove la valorizzazione delle eccellenze dell’Italia, i prodotti dell’agricoltura, la legalità e l’educazione allo sport e all’alimentazione nei 60 stadi della Serie C“, hanno spiegato Ghirelli e Prandini al momento della firma sull’accordo.

In occasione di ogni partita le squadre ed i loro tifosi avranno l’occasione di conoscere e sperimentare il patrimonio agroalimentare del proprio territorio all’interno di “Oasi del gusto” dove gli agricoltori di Coldiretti e gli Agrichef di Campagna Amica offriranno prodotti della terra, trasformati o gustati nella loro semplicità. Un vero e proprio viaggio fra i tesori del gusto del nostro paese, conservati e protetti da generazioni di agricoltori nelle campagne. 

Acquistare prodotti locali è un segnale di attenzione al proprio territorio, alla tutela dell’ambiente e del paesaggio, ma anche un sostegno all’economia e all’occupazione“, ha sottolineato il presidente della Coldiretti Ettore Prandini nel corso dell’incontro. “Si tratta di una responsabilità sociale che si è diffusa tra i cittadini al tempo della crisi con la crescita dei mercati contadini, che in Italia sono diventati – ha concluso Prandini – non solo luogo di consumo, ma anche momento di educazione, socializzazione, cultura e solidarietà“.

La Lega Pro sarà quindi coinvolta con Coldiretti in percorsi di approfondimento ed iniziative su tutto il territorio nazionale sui temi della legalità e parteciperà attivamente anche al progetto “Educazione alla Campagna Amica” nelle scuole elementari e medie di tutta Italia, con l’obiettivo di formare futuri consumatori consapevoli dei principi della sana alimentazione e della stagionalità dei prodotti, allo scopo di fermare il consumo di cibo spazzatura e valorizzare i fondamenti della dieta mediterranea nonché il legame fra l’agricoltura ed il cibo che ogni giorno portiamo sulle nostre tavole.