Sono settimane che lo ripetiamo: questa Juve pare proprio invincibile. Anche nell’ostico Artemio Franchi di Firenze, la vecchia signora sfoggia una classe e una supremazia imbarazzante, annichilendo fin da subito le speranze (poche a dire la verità) della Fiorentina. Il 3-0, nell’anticipo della 12^ giornata, porta la firma di giovane Betancur, dell’inossidabile Chiellini ( che ritorna al gol dopo circa due anni) e della certezza CR7.

La vera battaglia che invece sta emozionando questo campionato è per il secondo posto, dove Napoli e Inter sembrano non avere rivali. Per il momento il Napoli è in vantaggio con 32 punti dopo la vittoria (sofferta) in trasferta a Bergamo per 2-1. Gol siglati da Fabian Ruiz e Milik per i partenopei e di Zapata per gli atalantini.

Mezzo passo falso invece per l’Inter che in trasferta a Roma, impatta per 2-2 e sale a quota 29 punti. Partita vivace con una supremazia dei neroazzurri che meritatamente si portano in vantaggio, allo scadere del primo tempo, con Balde Keita. Ripresa a tinte più giallorose che per ben due volte riescono ad artigliare il pareggio prima con Under e poi con Kolarov su rigore, dopo il momentaneo e temporaneo secondo vantaggio di bomber Icardi.

Atra corsa incerta è per l’ultimo posto Champions tra Milan e Lazio, staccati di un solo punto. Il Milan riesce a fare bottino pieno contro il Parma, in una gara tutto cuore e coraggio (visto ancora le numerose assenze che Gattuso deve fare fronte), dove prima passa in svantaggio grazie al gol di Inglese, poi ribalta il risultato con Cutrone e Kessie su rigore. Rossoneri ora a quota 25 punti.

La Lazio invece perde il quarto posto momentaneo a causa del pareggio in casa dell’ultima in classifica Chievo. I clivensi, con la cura Di Carlo, giocano una gran partita mettendo sotto per 3/4 di gara i biancocelesti, portandosi meritatamente in vantaggio con Pellissier nei primi 45 minuti. La Lazio, scossa da Inzaghi nell’intervallo, riesce a tirare fuori l’orgoglio e la grinta che le mancavano per tutto il primo tempo, e si getta a capo fitto alla ricerca del pareggio che avviene con il solito Immobile. Mezzo passo falso che complica la corsa Champions dei biancocelesti fermi ora a 24 punti. 

In coda si infiamma la corsa per non retrocedere: Ben 6 squadre in 5 punti si giocano l’ultima casella per la retrocessione, attualmente occupata dal Bologna che perde rovinosamente in casa per 4-1 contro la Sampdoria. Ad un solo punto di distacco ci sono Udinese e Empoli che pareggiano rispettivamente contro Sassuolo (0-0) e SPAL (2-2). Le ultime due squadre a rischio sono il Genoa che perde fuori casa contro il Torino (Ansaldi, Belotti e Kouamè) e il Cagliari che pareggia 1-1 contro il Frosinone (Cassata e Farias).