Tutto esaurito anche quest anno per Wine&Siena, l’appuntamento più raffinato dell’enologia senese, firmato dagli ideatori del Merano Wine Festival. che chiude a quota 3mila accessi.

Merito di una formula vincente: oltre 500 etichette in degustazione, assieme ad alcune tra le migliori produzioni agroalimentari italiane, selezionate e premiate nella guida The WineHunterAward. Da scoprire attraverso un percorso all’interno dei più bei palazzi della città di Siena. Il Palazzo Civico, dove scoprire vini bianchi, champagne, distillati nella tenue luce che filtra dalle finestre, sotto alla Maestà di Simone Martini, tra le pareti che ci ricordano gli effetti del Buono e del Cattivo Governo.

Oppure tra le prestigiose sale del Grand Hotel Continental, dove immergersi nei fiori e nei frutti di grandi bianchi o indulgere nella corposa struttura dei rossi delle regioni italiane. E poi ancora un percorso suggestivo verso la luce, negli ambienti sospesi tra passato e presente di Rocca Salimbeni, dove avventurarsi in un viaggio che esplora la Toscana delle denominazioni prestigiose e di nuove, intriganti esperienze varietali.

Wine&Siena è un grande viaggio nell’Italia del vino attraverso 19 regioni italiane: dal Barolo al Pinot Noir dell’Alto Adige, dal Sauvignon alla Ribolla Gialla ed al Friulano del Collio. Dal metodo classico dell’Oltrepo’ Pavese al Franciacorta ed alla viticoltura eroica della Valtellina, passando per la Toscana del Sangiovese, costeggiando il mare per addentrarsi in Maremma seguendo il corso dell’Orcia e da qui verso il Lazio e l’Umbria del Montefalco, prima di passare ai Furore della Campania, alla Falanghina, all’Aglianico e poi al Nero d’Avola, al Grillo, al Catarratto dalla Sicilia. Senza dimenticare Valpolicella, Raboso, Primitivo di Manduria, Tintilia, Prosecco e Champagne. Molteplici anche le soste di gusto: acciughe e prodotti ittici dei nostri mari, l’arte dell’allevamento e della stagionatura di formaggi e salumi, le dolci tentazioni senesi per concludere con un assaggio di alcuni tra i migliori distillati italiani.

Una manifestazione raffinata e curata nel dettaglio, un crescendo emozionale che celebra il connubio arte&gusto nel capoluogo di una tra le maggiori province vitivinicole toscane: Siena, il cui territorio vanta ben 5 DOCG ed una grande vocazione per il turismo culturale. Alle consuete location quest anno si sono aggiunte anche Palazzo Squarcialupi, dove si è svolta Small Plate Dinner con la partecipazione dei ristoranti senesi e Palazzo Sansedoni – Fondazione Monte dei Paschi di Siena, dove si sono svolte alcune attesissime Masterclasses e Seminari di approfondimento su prodotti, vitigni ma anche mercati e sostenibilità. Insomma, una manifestazione i cui numeri aumentano sempre di più, come del resto aumenta la qualità dell’evento e la sua importanza per il territorio.