Il Touring Club Italiano sezione di Firenze e l’Istituto Italiano dei Castelli, sezione Toscana organizzano un convegno per svelare i segreti di questa simbologia spesso legata al fascino del grottesco

Gli Animali nella pittura hanno sempre affascinato autori di tutti i tempi, ma anche nell’architettura religiosa civile e fortificata hanno una loro precisa simbologia. Ce ne svelerà i misteri il Dottor Paolo Boschi in una conferenza organizzata dal Club di Territorio di Firenze in collaborazione con l’Istituto Italiano dei Castelli, sezione Toscana.

Gli Animali nell’architettura religiosa civile e fortificata: un‘esigenza espressiva attraverso i simboli” si terrà martedì 14 maggio alle ore 17, 00 nella Sala Convegni della Fondazione Biblioteche Cassa di Risparmio di Firenze, in via Bufalini, 6 a Firenze.

L’evento è gratuito su prenotazione (338 6905104 – Lun/Sab dalle 15,30 alle 17,30; firenze@volontaritouring.it

La conferenza tenuta dal Dottor Paolo Boschi si sofferma sul significato simbolico degli animali come tappa verso la comprensione del senso degli edifici sui quali compaiono.

L’intervento esplora il concetto di simbolo e si addentra nei significati etimologici o più profondi e nelle ragioni condivise o contraddittorie della rappresentazione di animali noti, inusuali o fantastici. Una galleria di immagini, anche con alcuni elementi pittorici, accompagnerà tutta l’esposizione.

Interverranno inoltre, l’Architetto Nicoletta Maioli, Presidente dell’Istituto Italiano dei Castelli, Sezione Toscana e il Dottor Massimo Conti Donzelli, Console T.C.I. di Firenze.

Paolo Boschi, formatore, metodologo e giurista, è presidente dell’agenzia formativa Apogeo e autore di una vasta letteratura per lo sviluppo professionale e relazionale. Fra i suoi ambiti di ricerca: arte, segni e simboli. 

Giovanna M. Carli, storica dell’arte, critica e giornalista pubblicista, è nata a Pisa, dove si è laureata cum laude in Lettere moderne con indirizzo storico-artistico. Vive sulle colline di Firenze, città in cui ha conseguito la specializzazione in Storia dell’arte col massimo dei voti e dove si è diplomata in archivistica, paleografia e diplomatica all’Archivio di Stato. Si è formata con Antonio Paolucci, Dora Liscia Bemporad, Mina Gregori, Antonio Pinelli  e ha collaborato e collabora con la Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze e col Consiglio regionale della Toscana per progetti artistico-culturali nonché con Enti pubblici e Fondazioni sia in Italia che all'estero. Ha curato la trilogia di volumi Opere donate al Consiglio regionale della Toscana, e numerose mostre tra cui ricordiamo La camicia dei Mille: opere d’arte per Garibaldi nel bicentenario della nascita / The Red Shirt of the Mille: Works of Art for Garibaldi on the Bicentenary of his Birth, sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica italiana. Ha all’attivo numerosi saggi e monografie d’arte ed oltre cento mostre. Ha poi contribuito a fondare la prestigiosa pinacoteca del Palazzo Pegaso, a Firenze. Ha collaborato con vari artisti, tra cui ricordiamo Igor Mitoraj, Giuliano Vangi, Antonio Possenti, Nano Campeggi, Jean-Michel Folon in mostre e progetti culturali di respiro internazionale.