Circa 45 mila gli uomini e le donne delle forze dei membri NATO chiamati a Trident Juncture 2018, grande esercitazione in Norvegia che si svolgerà alla fine di Ottobre.  

Si tratta del più grande war game dell’Alleanza Atlantica degli ultimi anni ed è mirato a testare l’interoperabilità dei militari NATO nella difesa dei territorio e delle popolazioni delle nazioni membri. 

Il vice portavoce Piers Cazalet ha moderato nella mattinata di oggi una conferenza stampa congiunta dell’Ammiraglio James Foggo (Commander of the Allied Joint Force Command in Naples, Italy) e del Tenente Generale Jakobsen (Commander of the Norwegian Joint Headquarters in Bodø, Norway) sull’ormai imminente war game e visibile a questo indirizzo:

Trident Juncture 2018 Press Conference – Q&A

Come nel 2015, la NATO ha esteso l’invito ad osservatori russi a prendere parte a Trident Juncture. 

Giornalista e fotoreporter. La sua prima, più importante “scuola” è stata GQ per la quale si è occupato di moda maschile, eventi, luxury, eros e talvolta di enogastronomia, spaziando fra cucine stellate e razioni da campo. Due lauree, una in Storia e un’altra in Storia e Politica Internazionale. La passione per lo studio del passato e per l’analisi della politica estera lo accompagna sin dai tempi dell’università. Oggi collabora con importanti riviste di settore italiane e straniere (BBC History, Conoscere la Storia, AeroJournal, Affari Internazionali) e realizza reportage in Italia e all’estero per IlGiornale, LiberoQuotidiano, RID. Ha pubblicato due libri di storia aeronautica ed è in attesa dell’uscita di due nuovi dedicati ai Balcani. Crede nel valore dell’esperienza e non ha mai rinnegato il passato. Ogni argomento trattato, per quanto diverso, ha infatti dato qualcosa in più al suo lavoro. Cura uno spazio su igersitalia.it e gestisce il profilo ufficiale Instagram @Igers_terni_ E’ responsabile della rubrica “difesa” di AdHocNews.it