Vittorio Veneto (TV) – Il reato contestato dalla magistratura di Venezia è vilipendio alla Bandiera. Il fatto, avvenuto la sera di Ferragosto a Vittorio Veneto (TV). Movente, dicono i fermati, la noia. Due diciassettenni, uno magrebino l’altro romeno, hanno strappato il Tricolore dalla sede ANA (Associazione Nazionale Alpini) della città, per poi bruciarlo. 

I responsabili sono stati individuati grazie alla PolFer di Conegliano e al lavoro dei Carabinieri di Vittorio Veneto. Come riporta ilSussidiario.net, si tratterebbe del secondo atto di vilipendio alla Bandiera in pochi mesi. Il 25 aprile, infatti, nella vicina Tarzo mani ignote hanno distrutto 40 Tricolori. Vittorio Veneto è luogo-icona della vittoria italiana nella Grande Guerra, pertanto tali comportamenti arrecano danno tanto al presente quanto al passato della città e del Paese.