Apparteneva all’Armée de l’Air ed era noto, in ambito NATO, per la sua più importante “creazione”: il missile controcarro NORD SS.10, arma oggi obsoleta ma decisamente all’avanguardia per il ’55. 

La storia del giovanissimo colonnello Jean Bastien-Thiry (allora ventottenne) potrebbe finire qui, non fosse per Frederich Forsyth che lo immortala nel suo Il Giorno dello Sciacallo. 

Il romanzo del 1971 (poi film), infatti, si apre con l’esecuzione di Thiry per aver ordito l’attentato a Charles De Gaulle. Omonimia? No, tutto vero. 

Dopo l’invenzione del SS.10 l’ufficiale dell’Armée de l’Air fu inviato in Algeria (1954-1962) dove la Francia si batteva contro le spinte indipendentiste del Fronte Liberazione Nazionale. Tuttavia, le enormi spese del conflitto e la sua impopolarità in patria e all’estero spinsero presto Parigi a desistere dai suoi intenti. 

Thiry non è d’accordo e il Massacro di Orano ai danni di algerini pro-Francia ed europei lo convinsero ad aderire all’OAS (Organization Armée Secrete) per combattere una guerra totale, contro gli indipendentisti e contro chi voleva tradire il “sangue francese”. Fu proprio lui una delle menti dell’attentato di Clamart contro l’auto presidenziale con a bordo De Gaulle e la première dame Yvonne. Era l’11 agosto 1962. Catturato dopo una caccia spietata è fucilato al Fort d’Ivry l’11 marzo successivo. 

Scomparso dalla memoria nazionale ricompare, dirompente, nelle pagine del romanzo del ’71 e con il volto di Jean Sorel ne Il Giorno dello Sciacallo di Fred Zinnemann. 

 

(Fonte immagine di sfondo: http://www.histoire-en-questions.fr/guerre%20algerie/oas-organisation-organise.html )

 


Seguici anche su

   AdHoc 

 

AdHocNewsItalia               

 

 

 

 

Giornalista e fotoreporter. La sua prima, più importante “scuola” è stata GQ per la quale si è occupato di moda maschile, eventi, luxury, eros e talvolta di enogastronomia, spaziando fra cucine stellate e razioni da campo. Due lauree, una in Storia e un’altra in Storia e Politica Internazionale. La passione per lo studio del passato e per l’analisi della politica estera lo accompagna sin dai tempi dell’università. Oggi collabora con importanti riviste di settore italiane e straniere (BBC History, Conoscere la Storia, AeroJournal, Affari Internazionali) e realizza reportage in Italia e all’estero per IlGiornale, LiberoQuotidiano, RID. Ha pubblicato due libri di storia aeronautica ed è in attesa dell’uscita di due nuovi dedicati ai Balcani. Crede nel valore dell’esperienza e non ha mai rinnegato il passato. Ogni argomento trattato, per quanto diverso, ha infatti dato qualcosa in più al suo lavoro. Cura uno spazio su igersitalia.it e gestisce il profilo ufficiale Instagram @Igers_terni_ E’ responsabile della rubrica “difesa” di AdHocNews.it