Sri Lanka. 180 morti e oltre 500 feriti in seguito a tre attacchi dinamitardoi contro i cristiani, nel giorno di Pasqua.

Potrebbe infatti essere proprio la ricorrenza religiosa la causa degli attentati nei quali sarebbero coinvolti, secondo Ansa, circa 35 stranieri. Non è chiaro al momento se fra essi vi siano italiani, anche se l’unità di crisi della Farnesina è all’opera per accertare l’eventuale coinvolgimento di vittime italiane.

Malgrado gli obiettivi, non è ancora stata svelata la matrice.

Nel frattempo il premier Ranil Wickremesingle ha convocato un consiglio di emergenza mentre Il Presidente Maithripala Sirisena  chiama lo Sri Lanka all’unità e alla compattezza.