I Ricchi e Poveri sono stati salutati da un’ovazione a Sanremo, sul palco dell’Ariston, la vetrina della Canzone italiana.

Il pubblico, incitato dall’istrionico Fiorello, vero protagonista del Festival, ha cantato in piedi i vecchi successi del quartetto riunito per l’occasione dopo quarant’anni di separazione.

«Che sarà», «Sarà perchè ti amo», «Mamma Maria» sono le canzoni che sono state intonate per salutare Angela Brambati (la brunetta dei Ricchi e Poveri), Marina Occhiena (la bionda e sexy, la bella del gruppo) , Franco Gatti (il baffo ammaliante) e Angelo Sotgiu (quello biondo e bello). Come se il tempo non fosse passato.

Agli italiani piacciono indubbiamente le storie a lieto fine e adorano le reunion.

I ragazzi di ieri hanno cantato «L’ultimo amore», «La prima cosa bella», «Che sarà», «Se m’innamoro«, «Sarà perchè ti amo» , «Mamma Maria».

Hanno risvegliato ricordi che credevamo sopiti nei cassetti della memoria. Il gruppo è nato artisticamente nel 1967, a Genova.

I Ricchi e Poveri figurano tra gli artisti italilani con il maggior numero di dischi venduti, con più di 22 milioni di copie.
Riguardo alle vendite sono, infatti, il secondo gruppo italiano dopo gli imbattibili Pooh.

Ma I Ricchi e Poveri vantano l’onore di aver rappresentato l’Italia all’Eurovision Song Contest nel 1978 e partecipato a ben 12 Festival di Sanremo (1970, 1971, 1972, 1973, 1976, 1981, 1985, 1987, 1988, 1989, 1990, 1992), ottenendo due volte il secondo posto, nel 1970 e nel 1971, e il primo nel 1985 con la canzone «Se m’innamoro».

Belle le reunion, piacciono tanto a noi italiani. Meritatissima l’ovazione per I Ricchi e Poveri sul Palco dell’Ariston a Sanremo.


Certo che se l’ovazione la riserviamo a vecchi successi mentre rimaniamo attoniti di fronte a certe nuove proposte, mi chiedo dove stia andando l’innovazione.

Leggi anche

https://www.tvblog.it/post/1698826/sanremo-2020-maionchi-junior-cally-accuse

FEDEZ, PRIMA DI OGNI COSA: EDUCAZIONE!

https://it.wikipedia.org/wiki/Mara_Maionchi#/media/File:Mara_Maionchi_1.jpg

Fonte: wikipedia, tv blog, ilmessaggero.it,

https://www.corriere.it/spettacoli/festival-sanremo/notizie/i-ricchi-poveri-reunion-quattro-sanremo-2020-4e74637c-4851-11ea-9387-c272ba1d511e.shtml

comunicazioneperlatoscana@gmail.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Archivio Giovanna M. Carli, critica e storica dell’arte, giornalista

Segui le pagine ideate e create da Giovanna M. Carli per il Cinquecentenario dalla morte di Raffaello Sanzio! RaffaelloSanzioCinquecento e Raffaello500

 

VIASanremo I Ricchi e Poveri
FONTEI Ricchi e Poveri
Giovanna M. Carli, storica dell’arte, critica d'arte, insegnante e giornalista pubblicista, è nata a Pisa, dove si è laureata cum laude in Lettere moderne con indirizzo storico-artistico. Vive sulle colline di Firenze, città in cui ha conseguito la specializzazione in Storia dell’arte col massimo dei voti e dove si è diplomata in Archivistica, Paleografia e Diplomatica all’Archivio di Stato. Si è formata con Antonio Paolucci, Dora Liscia Bemporad, Mina Gregori, Antonio Pinelli  e ha collaborato e collabora con la Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze e col Consiglio regionale della Toscana per progetti artistico-culturali nonché con Enti pubblici e Fondazioni sia in Italia che all'estero. Ha curato la trilogia di volumi Opere donate al Consiglio regionale della Toscana, e numerose mostre tra cui ricordiamo La camicia dei Mille: opere d’arte per Garibaldi nel bicentenario della nascita / The Red Shirt of the Mille: Works of Art for Garibaldi on the Bicentenary of his Birth, sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica italiana. Ha all'attivo numerosi saggi e monografie d’arte ed oltre cento mostre, sia in Italia che all'estero. Ha contribuito a fondare la prestigiosa pinacoteca del Palazzo Pegaso, a Firenze, sede del Consiglio regionale della Toscana. Ha collaborato con vari artisti, tra cui ricordiamo Igor Mitoraj, Giuliano Vangi, Antonio Possenti, Nano Campeggi, Jean-Michel Folon per quanto concerne l'ideazione e cura scientifica di mostre. L'autrice ha ideato e realizzato numerosi progetti culturali di respiro internazionale.