Il decreto Sicurezza bis è ancora in vigore, ma grazie al Pd ha le ore contate. L’approdo, adesso, è consentito soltanto in situazioni estreme. La Sea-Watch 3, quindi, è rimasta fuori. Niente attracco nonostante l’indietro tutta del Conte-bis. Per il Pd non è accettabile, i clandestini sono risorse. Per le cooperative.

Il primo atto del nuovo governo è chiudere i porti, chiedo di correggere subito questo errore“, afferma l’esponente della direzione nazionale del Pd, Matteo Orfini. Resta invece ancora in stallo anche la sorte della Ocean Viking. La nave di Sos Mediterranee e Medici senza frontiere è in attesa con a bordo 84 sopravvissuti. Provengono da Nigeria, Senegal e Guinea. Alla richiesta di un porto sicuro non ha risposto né Malta, né i giganti Germania e Francia. 

Sulla vicenda è intervenuto il segretario Pd, Nicola Zingaretti, che ieri sera a Di Martedì ha dichiarato: “La Ocean Viking “per me deve entrare senza se e senza ma” in un porto italiano“.

Intanto la presidente eletta della Commissione europea, Ursula Von der Leyen, nella sua lettera di mandato al greco Margaritis Schinas, ex responsabile della comunicazione della Commissione ed ex deputato del Partito popolare europeo, nominato vicepresidente con delega alla migrazione, chiede di “lavorare su un nuovo patto per la migrazione e l’asilo. Dobbiamo tenere presente tutti gli aspetti – scrive -, inclusi i controlli alle frontiere esterne, i sistemi di asilo e di rimpatri, l’area Schengen per la libera circolazione e lavorare con i Paesi terzi“.

Tradotto: fatevi invadere e l’Unione europea non vi stresserà troppo per il dissesto finanziario del paese. L’Italia cambia verso, giriamoci.

Leggi anchehttps://www.adhocnews.it/vittorio-sgarbi-quando-il-figlio-di-grillo-e-stato-accusato-di-stupro-beppe-ha-fatto-di-maio-ministro-degli-esteri-cercando-la-copertura-del-pd-che-controlla-i-giudici/