Il primo ospedale cinese per il coronavirus ha aperto oggi in una città vicino a Wuhan, dopo che lavoratori e volontari hanno trascorso solo due giorni per convertire un edificio vuoto in una struttura di emergenza da 1.000 posti letto. Il primo lotto di pazienti affetti da coronavirus è stato trasferito al Centro medico regionale di Dabie Mountain alle 22:30 circa, ora locale, ha riferito i media locali. Il progetto è stato completato in 48 ore grazie allo sforzo congiunto del personale delle imprese di costruzione, delle società di servizi pubblici e degli agenti di polizia paramilitare, ha dichiarato l’amministrazione della città.

Il primo ospedale cinese per il coronavirus apre dopo che lavoratori e volontari hanno trascorso due giorni a convertire un edificio vuoto in un centro medico da 1.000 posti letto

Il primo gruppo di pazienti affetti da coronavirus è stato trasferito al Centro medico regionale di Dabie Mountain a Huanggang alle 22:30 circa di martedì, ora locale.

La capacità supplementare sarà accolta con favore dal personale medico sopraffatto a Hubei, la provincia chiusa al centro della crisi.

Un altro ospedale è stato costruito appositamente da zero a Wuhan, a 75 km di distanza, e si prevede che sarà completato nel corso di questa settimana, dopo appena una settimana di lavori.

Più di 6.000 persone in tutto il mondo hanno confermato di essere state infettate dal coronavirus di Wuhan e 132 sono morte in Cina.

Gli Emirati Arabi Uniti (Emirati Arabi Uniti) sono diventati l’ultimo paese a dichiarare casi – un numero sconosciuto tra una famiglia in viaggio dalla Cina – e la Germania ha ora diagnosticato l’infezione a quattro persone.

Anche la Germania ha rivelato ieri di aver ospitato la prima trasmissione da uomo a uomo in Europa, tra un uomo tedesco e una donna in viaggio dalla Cina.

https://m.youtube.com/channel/UC9RA_gGd7R5cFTkXg7zWhug