I consiglieri comunali di Fratelli d’Italia a Perugia: “Apprezzamenti gravemente diffamatori nei confronti degli umbri”.

Querelato Chef Rubio
Il Tweet di Gabriele Rubini, in arte Chef Rubio aveva già sollevato polemiche nei giorni delle elezioni regionali in Umbria e della vittoria di Donatella Tesei, del crollo di sessanta anni di egemonia deL PD nella ex “regione rossa”.

Il cuoco parlava di “razzisti umbri” e evocava “peracottari” che avrebbero dato “le pizze” al presidente del Consiglio.

Il tweet è finito all’interno nella denuncia presentata dai consiglieri FdI del Conune di Perugia che lo accusano di aver diffamato gli elettori umbri.

Rubio sui social avrebbe espresso “apprezzamenti gravemente diffamatori nei confronti degli umbri” facendo “specifico riferimento alle ultime elezioni amministrative”.

PERUGIA

Il Tweet in questione risale al 29 ottobre, giorno del via libera del governo Conte II allo sbarco della Ocean Viking. L’imbarcazione dell’Ong in quelle ore riceve il via libera all’ingresso in acque nazionali “dopo 11 fottuti giorni”. In effetti, nonostante il Pd non sia più all’opposizione e Matteo Salvini abbia ormai lasciato il Viminale, l’esecutivo giallorosso non aveva ordinato l’immediato approdo della nave umanitaria. Ma l’aveva lasciata in mare aperto, più o meno come avrebbe fatto il leghista da ministro dell’Interno. Il motivo di tanto ritardo sarebbe stato dovuto alle elezioni regionali imminenti: perdere l’Umbria sarebbe una brutta botta per la neonata (e poi morta) alleanza M5S-Pd alle amministrative.

Così Conte “sperando d’avere qualche voto in più dai razzisti umbri”, avrebbe “preferito attendere per dare l’ok”. Solo che poi le elezioni sono andate male e si è “preso le pizze comunque da quei peracottari e fatto ciò che doveva, in ritardo.

Leggi anche: https://www.adhocnews.it/banda-della-magliana-arrestata-fabiola-moretti-ex-di-abbruciati-e-mancini/