La Galleria dell’Accademia di Firenze presenta il secondo ciclo di conferenze “Recenti restauri”, realizzate grazie al contribuito dell’Associazione Amici della Galleria dell’Accademia e pensate per raccontare al pubblico i recenti interventi di restauro sulle opere in collezione del museo.

La rassegna prevede quattro incontri, da maggio a novembre 2019, di lunedì, con inizio alle ore 17.30.

Il primo incontro, lunedì 20  maggio, sarà dedicato alla presentazione dell’intervento conservativo sulla tavola raffigurante l’Incoronazione della Vergine di Mariotto di Nardo (Firenze, documentato 1388-1424) e sarà presentato da Angelo Tartuferi, Curatore del Dipartimento scientifico della Galleria dell’Accademia di Firenze, e dai restauratori Elisabetta Codognato, Ottaviano Caruso.

 

La tempera su tavola era originariamente elemento centrale di un polittico o di un tabernacolo a sportelli.

La raffigurazione esprime il gusto neo-trecentesco che caratterizza tutta la lunga carriera del pittore fiorentino; al tempo stesso, i colori accesi, impreziositi in alcune parti da una stesura cangiante, indicano il riflesso esercitato su Mariotto della cultura tardogotica.

L’opera è pervenuta di recente dalla Certosa del Galluzzo a Firenze ed è attualmente esposta alla mostra “Nuove acquisizioni 2016-2018”. L’intervento di restauro  ha restituito un’opera di grande qualità di questo prolifico artista fiorentino, che fino alla morte avvenuta nel 1424 incontrò grande apprezzamento da parte dei committenti, a Firenze e in Toscana.

 L’ingresso alla conferenza è libero, fino a esaurimento dei posti disponibili.

Giovanna M. Carli, storica dell’arte, critica e giornalista pubblicista, è nata a Pisa, dove si è laureata cum laude in Lettere moderne con indirizzo storico-artistico. Vive sulle colline di Firenze, città in cui ha conseguito la specializzazione in Storia dell’arte col massimo dei voti e dove si è diplomata in archivistica, paleografia e diplomatica all’Archivio di Stato. Si è formata con Antonio Paolucci, Dora Liscia Bemporad, Mina Gregori, Antonio Pinelli  e ha collaborato e collabora con la Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze e col Consiglio regionale della Toscana per progetti artistico-culturali nonché con Enti pubblici e Fondazioni sia in Italia che all'estero. Ha curato la trilogia di volumi Opere donate al Consiglio regionale della Toscana, e numerose mostre tra cui ricordiamo La camicia dei Mille: opere d’arte per Garibaldi nel bicentenario della nascita / The Red Shirt of the Mille: Works of Art for Garibaldi on the Bicentenary of his Birth, sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica italiana. Ha all’attivo numerosi saggi e monografie d’arte ed oltre cento mostre. Ha poi contribuito a fondare la prestigiosa pinacoteca del Palazzo Pegaso, a Firenze. Ha collaborato con vari artisti, tra cui ricordiamo Igor Mitoraj, Giuliano Vangi, Antonio Possenti, Nano Campeggi, Jean-Michel Folon in mostre e progetti culturali di respiro internazionale.