Se fino ad oggi Federico Chiesa era l’oggetto del desiderio della Juventus, dopo la doppietta alla Spagna nel match d’esordio degli azzurrini agli europei di categoria, il sogno rischia di diventare ossessione.

Nel giorno in cui Maurizio Sarri diventa ufficialmente l’allenatore bianconero per il triennio 2019/2022, nessuno più dell’esterno viola rappresenta l’uomo ideale per interpretare il sarrismo che si appresta ad essere declinato in stile Juventus. Questo lo sanno bene a Torino, dove forti di un mezzo “si” strappato all’entourage di Federico ai tempi di Pantaleo Corvino e della famiglia Della Valle, già nei prossimi giorni potrebbero lanciare l’assalto al gioiellino gigliato. Mercoledì, sarà Fabio Paratici, uomo mercato bianconero, coadiuvato da Fali Ramadani – uno che con i viola, ai tempi del DS salentino, ha imbastito grandi e ben remunerati affari – ad affondare il colpo, sondando direttamente il papà di Federico, Enrico Chiesa, sulla sussistenza dell’ipotesi di un trasferimento del numero 25 viola in maglia bianconera.

Intanto, da New York, Rocco Commisso organizza la resistenza, cercando con ogni mezzo – economico, ma anche tecnico, se vuol sperare di trattenere Federico a Firenze – di far sentire Chiesa al centro del nuovo progetto gigliato. Ecco dunque che dopo la splendida doppietta di Fede alla Spagna, Mister Rocco non ha fatto mancare il suo supporto e attraverso il sito ufficiale della Fiorentina, ha fatto pervenire a Federico Chiesa il meritato apprezzamento: “Che partita stasera – ha scritto – magnifica prestazione degli azzurrini, davvero una grande emozione ed un grandissimo Federico Chiesa, che gioia! Forza Azzurri e forza Federico!”.

Insomma, tra ossessione bianconera e resistenza gigliata, Federico Chiesa sta facendo innamorare tutta Europa del suo talento. Chi se lo godrà, da vicino, nel prossimo campionato?