Droga con il Reddito di Cittadinanza. La legge ne vieta l’acquisto, insieme a quello di armi e alcolici, ma ciò non è bastato a fermare un quarantenne romano di Tor Sapienza. Che grazie alla somma ricevuta ha acquistato 22 dosi di hashish: un regalo per la fidanzata, reclusa nel carcere di Rebibbia.

Volevo farle una sorpresa per il suo compleanno”, si è giustificato con la polizia penitenziaria l’uomo. Che aveva nascosto negli slip lo stupefacente, prontamente scovato, durante l’orario di visita, grazie all’ausilio dei cani anti-droga.

Davanti al giudice ha poi confessato di aver utilizzato per l’acquisto il sussidio del governo. Mille euro che l’uomo, residente assieme alla madre in un alloggio popolare del Comune, percepiva da un mese, assieme alla pensione di invalidità.

Il pusher era già noto alle forze dell’ordine, per reati connessi all’abuso di alcol e droga. Il giudice ne ha disposto l’obbligo di firma dai carabinieri e l’obbligo di dimora notturno. Per il suo avvocato difensore non c’era, infatti, “la volontà di spacciare”.