In merito alla pubblicazione su alcuni organi di informazione  relativamente a quanto accaduto questa notte a Bologna, l’Esercito ha avviato tutti i necessari approfondimenti, mettendosi, da subito, a disposizione degli agenti intervenuti affinché vengano chiarite le posizioni di tutto il personale coinvolto.                        

Per quanto attiene  ai “riferiti insulti razzisti”, la Forza Armata si dissocia totalmente da tali atteggiamenti condannandone ogni azione ad essi riconducibile, come ha sempre fatto, agendo in ogni circostanza in piena trasparenza e partecipazione. L’Esercito annovera tra i suoi soldati numerosi italiani di seconda generazione, figli di stranieri presenti in Italia che, quotidianamente operano insieme ai propri colleghi per la sicurezza e la difesa del Paese sia in Italia che all’estero.

 

(Nota stampa a cura di: Stato Maggiore Esercito, Ufficio di Pubblica Informazione e Comunicazione)