Inizia l’anno ed iniziano anche in Toscana le Anteprime del vino. Gennaio è il mese perfetto per preparare il proprio calendario di degustazioni vinicole alla scoperta delle nuove proposte della Regione. Ecco allora tutte le date da segnare in agenda per non lasciarsi scappare neppure un territorio!

L’anno del vino toscano inaugura i battenti già a fine gennaio, con un evento raffinato che porta a Siena alcune tra le migliori produzioni della Regione, oltre ad etichette di rilevanza nazionale. Appuntamento il 26 e 27 gennaio con Wine & Siena, la kermesse esclusiva che apre le porte dei palazzi più suggestivi della città alle aziende selezionate dalla guida The WineHunter Award 2018, firmata dal patron di Merano WineFestival, Helmuth Köcher (ve ne parliamo qui).

L’8 e 9 febbraio invece sarà la volta del business, con la nona edizione di “Buy Wine” alla Fortezza da Basso di Firenze: la più importante iniziativa commerciale per il settore vitivinicolo toscano. Protagonisti 215 produttori che incontreranno da vicino 188 tra buyers ed importatori provenienti da 39 paesi, dilocati in 5 continenti. Maggiori info sul sito ufficiale di Buy Wine.

Anteprime vino 2019: ecco tutti gli appuntamenti

Dal 9 al 16 febbraio si apre invece la vera e propria “Tuscany Wine Week“. Come da tradizione ad inaugurarla è la collettiva dei 10 Consorzi Carmignano, Colline Lucchesi, Maremma Toscana, Montecarlo di Lucca, Montecucco, Orcia, Pitigliano e Sovana, Val di Cornia, Valdarno di Sopra e Terre di Pisa per “PrimAnteprima”, un appuntamento all’insegna della varietà e del gusto in programma sabato 9 febbraio dalle ore 9.30 alle 17.30 presso il padiglione Cavaniglia della Fortezza da Basso di Firenze.

Il calendario delle Anteprime prosegue con “Chianti Lovers”, ancora una volta alla Fortezza da Basso. Appuntamento il 10 febbraio per riempire i calici con le nuove annate del Chianti Docg 2018 e della Riserva 2016. Presenti le aziende del Consorzio, delle sotto-zone Rufina, Colli Fiorentini, Colli Senesi, Colli Aretini, Montalbano, Colline Pisane e Montespertoli. A breve tutte le informazioni sul sito web del Consorzio.

Domenica 10 febbraio è anche la volta del bianco più famoso di Toscana: i produttori di San Gimignano presentano al pubblico la Vernaccia di San Gimignano 2018 e la Riserva 2017. Appuntamento dalle ore 14 alle 19 presso il Museo di Arte Moderna e Contemporanea De Grada in via Folgore 11 a San Gimignano ed ingresso gratuito. Per la stampa e gli operatori si replica anche mercoledì 13 Febbraio, dalle 9.00 alle 15.00, dopodiché la manifestazione aprirà al pubblico. Sempre mercoledì 13/02, alle ore 10,30 nella Sala Dante del Palazzo Comunale è invece prevista la XIV° degustazione del ciclo ‘Il Vino Bianco e i suoi Territori’, riservata ai giornalisti accreditati. Info e press kit scaricabile sul sito del Consorzio.

Dal 9 all’11 febbraio è quindi la volta dell’Anteprima del Vino Nobile di Montepulciano, nella suggestiva cornice della Fortezza poliziana. In degustazione l’annata 2016 e la Riserva 2015, già annunciata come a “5 stelle”! Informazioni, prenotazioni e pacchetti per soggiornare nel contesto unico e suggestivo di Montepulciano sul sito dedicato all’Anteprima.

Si continua l’11 ed il 12 febbraio alla Stazione Leopolda di Firenze con “Chianti Classico Collection”: in assaggio le ultime annate di Chianti Classico nelle sue tipologie Annata 2017, Riserva 2016 e Gran Selezione 2015 e 2014. Tutte le informazioni qui.

Chiude la carrellata delle Anteprime toscane, come da tradizione, il Consorzio del Vino Brunello di Montalcino col consueto “Benvenuto Brunello”. Brunello 2014, Riserva 2013, Rosso di Montalcino 2017 e Moscadello danno appuntamento ad operatori e winelovers il 15 e 16 febbraio nel Chiostro e Complesso di Sant’Agostino a Montalcino. Degustazioni libere ai banchi dei produttori, proclamazione delle Stelle assegnate alla passata vendemmia con posa della relativa piastrella celebrativa sulla parete del Municipio di Montalcino ed infine il tradizionale premio “Leccio d’Oro” da assegnare a ristoranti ed enoteche che si distinguono, in Italia e nel mondo, per una proposta relativa al Brunello di Montalcino di assoluto riguardo.


Per ingressi, prezzi ed informazioni si consiglia di visitare i siti web dei rispettivi Consorzi di tutela. Un utile promemoria sul sito regionale Anteprime Toscane, a questo indirizzo.