Hong Kong offre contemporaneamente svettanti grattacieli ed eclettiche stradine nascoste, templi enigmatici e fervore commerciale.

Cosa vedere Hong Kong Museum of Art, il più importante museo d’arte della città, ospita opere classiche cinesi, dipinti e litografie dell’antica Hong Kong, una collezione di dipinti e opere calligrafiche Xubaizhi, antichi manufatti e una collezione di pezzi di giada, avorio e ceramica

Hong Kong Museum Of History edificato dopo la fine del domino britannico, è uno dei musei più giovani, dato che la sua esposizione permanete risale al 2001. Il museo è specializzato in archeologia del territorio, etnografia, storia locale e storia naturale. Le sue sale narrano la storia di Hong Kong partendo da 6000 anni fa fino ad oggi.

Hong Kong Science Museum è composto da 18 gallerie suddivise su quattro piani contenenti circa 500 installazioni permanenti su diversi settori, informatica, energia, fisica, robotica, telecomunicazioni, salute e via dicendo. Molto amata è la sala che espone circa 200 fossili di dinosauri e altri animali preistorici che sono stati scoperti in , oltre alla sala della robotica dov’è possibile ammirare una strana macchina che calcola in tempo reale la variazione della popolazione mondiale.

Hong Kong Space Museum, costruito nel 1980, è formato da tre sezioni: la Hall of Astronomy, la Hall of Space Science e il fantastico Stanley Ho Space Theatre con uno schermo lungo 23m ed uno dei più estesi planetari del mondo.

Jardin House è un monolito argenteo di 52 piani, costellato di 1750 finestre a oblò. Inaugurato nel 1973 con il nome di Connaught Centre, divenne il primo vero grattacielo di Hong Kong.

Kowloon Walled City Park, realizzato nel 1973, è stato dall’anno della sua costruzione fino al 1980 il grattacielo più alto di Hong Kong con i suoi 179 metri di altezza per 52 piani.

Man Mo Temple è un tempio che costituisce un’originale sintesi delle due religioni più diffuse ad Hong Kong: il taoismo e il buddhismo.  È stato costruito nel 19° secolo, durante il periodo coloniale, sotto il regno dell’imperatore Daoguang ed è dedicato alle due divinità taoiste che rappresentano la penna e la spada

Miu Fat Monastery è un monastero situato a nord del centro di Tuen Mun centr. È uno dei complessi buddisti meglio conservati sul territorio. A fare da guardia, all’ingresso ci sono due elefanti e due leoni in pietra.

Ocean Park, inaugurato nel gennaio 1977, è un parco di divertimenti con giostre da brivido, oltre ad essere anche un parco acquatico con spettacoli di delfini e orche, foche e leoni marini. Famoso per le sue numerose giostre mozzafiato.

Symphony of Lights è un famoso spettacolo di luci laser e musica che si tiene ogni giorno ad Hong Kong alle ore 20:00. Lo spettacolo consiste nella particolare illuminazione di 44 grattacieli e monumenti che si trovano ai lati di Victoria Harbour, le cui spiagge sono un’attrazione molto famosa.

Tsim Sha Tsui è una delle zone più prosperose di Hong Kong, situata nel sud della penisola di Kowloon e conosciuta come “il paradiso degli amanti dello shopping”.  In questa zona si trovano  l’Hong Kong Museum of Art, l’Hong Kong Space Museum e il Cultural Center.

Cosa mangiare Hong Kong offre una vasta offerta culinaria, grazie ai numerosi ristoranti dove provare le specialità cinesi, in particolare della cucina Cantonese, Szechuan e Chiu Chow.
Ci sono ristoranti per tutti i gusti e per tutte le tasche. Di solito i ristoranti di Central District sono i più costosi ed i più chic, mentre quelli in periferia sono più popolari ed economici.
Comunemente i piatti sono a base di pesce, pollo, verdure e riso. Le pietanze più rinomate sono i crostacei, i gamberoni in salsa agrodolce, la pinna di squalo, i nidi di rondine, i ravioli al vapore, il riso alla cantonese e la frutta tropicale.

Curiosità Ad Hong Kong ci sono più grattacieli che in qualsiasi altra città del mondo.