Si è appena conclusa l’esercitazione “Circe 2018” che, per circa due settimane, ha visto impiegati più di 150 militari del 28° reggimento “Pavia”, rispettivamente presso il Poligono militare di Carpegna e la caserma “Del Monte”, sede dell’unità. L’esercitazione, che viene svolta con cadenza annuale, ha avuto come scopo principale quello di verificare il livello addestrativo raggiunto dal personale in vista dei futuri impegni operativi, soprattutto nell’ambito delle diverse missioni internazionali a cui il reggimento partecipa fornendo il proprio fondamentale contributo specialistico. 
Costituito nel 2004 nella sede di Pesaro e, dal 2014 parte integrante del Comando delle Forze Speciali dell’Esercito, il 28° reggimento è l’unica unità delle Forze Armate Italiane deputata alle “comunicazioni operative”.
Tali peculiari attività, per definizione non letali in quanto incentrate sull’uso della comunicazione quale indispensabile strumento per l’acquisizione e il mantenimento del consenso, sono dirette principalmente verso le popolazioni presenti nelle diverse aree di operazioni all’estero. Condotte allo scopo di instaurare un “ponte comunicativo” trasparente ed efficace con la controparte, sono volte a favorire una corretta comprensione della missione e, contestualmente, a prevenire o contrastare notizie potenzialmente foriere di interpretazioni distorte. 
In un ambito in continua evoluzione, come quello mediatico, al personale del reggimento è richiesto di esprimere non comuni e diversificate capacità tecnico-concettuali. Dai tradizionali volantini e poster, efficaci in aree ad elevato tasso di analfabetismo e basso sviluppo tecnologico, fino ai più complessi prodotti multimediali web, radio e TV, nelle aree più progredite. 
Ruolo fondamentale riveste, inoltre, la componente umana. Lo studio, l’analisi e la comprensione della realtà socio-antropologica dell’ambiente di riferimento, permettono al personale di comunicare in modo idoneo ed efficace con la popolazione locale nel rispetto di usi, costumi e tradizioni.

(Nota a cura di PIO 28° Reggimento “Pavia” di Pesaro)